I contribuenti che aderiscono alla rottamazione ter hanno diritto al Durc. Fattura elettronica: lo strano caso del regime forfettario con un potenziale giro nero da 75miliardi di euro ed una tassazione apparentemente conveniente che comunque calpesta i principi della costituzione.

Le partite Iva coinvolte dalla novità sono più di cinque milioni fra aziende, commercianti, artigiani, autonomi e professionisti. Tuttavia, le es…. Nelle more del procedimento di pubblicazionevi prego di contattarmi qualora doveste emettere fatture nei confronti di clienti assoggettati alla scissione dei pagamenti, per decidere come procedere.

Giusto per intenderci Aller vers. Sections de cette Page. Aide accessibilité. Adresse e-mail ou mobile Mot de passe Informations de compte oubliées? À propos. Voir plus de contenu de Studio Monaco Potenza sur Facebook.

Informations de compte oubliées? Plus tard. Publications des visiteurs. Informations concernant les données de statistiques de Page. Studio Commerciale Dott. Tampone a partagé une publication. Tampone est à Studio Commerciale Dott. Saluti Afficher la suite. Faire un don. La Festa del Cuore. Envoyer un message. Tampone a partagé un lien.

Afficher la suite. Tamponefestif, à Studio Commerciale Dott. Tamponemotivé, à Studio Commerciale Dott.

Regime forfettario 2019 professionisti passaggio

Caos fatturazione elettronica! Cela signifiait que sur le budget régional l'on pouvait compter trouver toute une série d'investissements et d'initiatives sur le territoire. Le chemin que vous nous indiquez et que vous pensez de parcourir est un chemin très dangereux parce que l'augmentation d'un côté de la dépense pour faire marcher la machine, et c'est ce que vous allez voter, devient de plus en plus compliquée et bien probablement plus difficile à conduire et bien cette machine de plus en plus ample, compliquée et difficile à conduire ne va pas répondre aux exigences que j'ai indiquées tout à l'heure: c'est-à-dire rendre des services efficaces à la communauté, mais en outre par l'augmentation du personnel nous allons alourdir énormément et de façon déraisonnable le budget régional.

Budget que vous gérez de façon assez, dirais-je, intéressante, comme on a dénoncé lors de la dernière séance du Conseil régional. Nous avons constaté et nous voulons dénoncer que vous financez les lois au moyen d'emprunt d'une façon d'alourdir le budget régional et de diminuer ainsi la capacité d'investissement sur le territoire; en outre il est possible qu'à partir du les revenus du budget régional baisseront remarquablement. En ce cas quel est notre futur si vous insistez sur cette loi?

Notre futur est celui de la plus part des régions italiennes, c'est-à-dire que le budget pourra servir uniquement à huiler la machine c'est-à-dire qu'il ne servira qu'à payer les salaires des employés et la Région n'aura plus aucune possibilité d'intervenir dans les différents secteurs économiques. D'ailleurs un certain nombre d'entre vous, ici dans cette salle, se sont plaints à grande voix que dans cette Région l'Assesseur aux finances, lui même, à l'occasion de la discussion sur le budgetnous disait que nous vivons dans une Région où il y a un produit trop bas; vous croyez que la façon d'améliorer soit celle-ci?

Et bien nous risquions de devenir la Région où l'on aura le plus haut pourcentage de salariés dans le secteur public et des services en abaissant encore les possibilités d'intervention dans le secteur économique. Donc si c'est celui-ci le choix que vous allez proposer au Conseil régional, je me permets de dire que vous allez imposer au Conseil régional, parce que nous constatons qu'il n'y a pas un minimum de dialogue, on vous a posé des questions, on vous a soumis des réflections politiques importantes mais il n'y a pas un contradictoire car de l'autre côté, comme disait Andrione, il y a un mur qui ne répond pas.

Et bien, je me souviens qu'à cette époque il fallait toujours, même pour la moindre question, faire des réunions et consulter les syndicats au point qu'on arrivait à n'avoir aucune possibilité de prendre des décisions de façon autonome. On s'en est allé de cette majorité: eux, il prétendaient de sentir toujours l'avis des syndicats et à en se tenir. Evidemment, on l'a constaté, bien des choses ont changées et il a changé même l'attitude de ces collègues par rapport à ce que les syndicats soutiennent et indiquent.

Maintenant on s'en fout pas mal de regime du dr cohen rapide xp que les syndicats nous disent et on arrive même à lire de façon un peu originale leurs communiqués, où l'on dit très clairement qu'il n'y a pas d'accord et qu'il ne s'agit pas d'un "miniaccordo" ou d'une espèce d'accord car il n'y a pas d'accord.

En tout cas les syndicats refusent cette proposition de modification de l'organigramme régional; le fait qui après ils interviennent dans le détail pour chercher d'améliorer un peu cette proposition de loi, ne modifie pas leur évaluation de fond. Ce n'est pas le choix que les syndicats s'attendaient de la part de la Junte régionale. Donc je veux souligner que de cette façon vous prenez sur vous des responsabilités très lourdes pour la Vallée d'Aoste.

J'espère, au moins je voudrais le souhaiter, que vous ayez encore la disponibilité à réfléchir dans l'intérêt du Pays. Presidente Ci sono altre richieste di intervento? Chiede la parola il Consigliere Stévenin. Stévenin UV Je suis étonné de quelques déclarations qui viennent d'être faites par notre collègue Bajocco; il dit: "bisogna eliminare il clientelismo, si tratta di gente che vuole avere la sicurezza del posto di lavoro".

Je dois lui donner une réponse: on n'a pas éliminé le "clientelismo"on l'a créé tout court et mieux tard que jamais les syndicats, je dis finalement, ont écrit une lettre au Président du Gouvernement, monsieur Bondaz, au directeur du bureau régional du travail et au Président de la Commission de coordination. Par cette lettre on dénonce ce qui s'est passé dans l'Administration régionale, pour ce qui concerne l'embauchement du personnel; après avoir appris qu'un tas de jeunes aimeraient connaître la façon par laquelle sont embauchées les centaines de personnes dans l'Administration régionale et comprendre s'il s'agissait là de concours ou bien de sélection, les organisations syndicales se sont penchées sur le problème et, dans cette lettre, elles affirment que "con la norma articolo 7 della legge regionale del 24 ottobren.

Le organizzazioni sindacali CISL, CGIL, SAVT e UIL ci richiedono che l'applicazione delle normative in oggetto e le modalità di applicazione in discussione siano improntate alla massima pubblicizzazione fra i cittadini, e ancorata a criteri selettivi di imparzialità, indispensabili alla natura pubblica del rapporto di lavoro del personale in discussione, da quanto risulta.

Quindi, Consigliere Bajocco, è chiaro che il clientelismo viene fuori in tutta la sua evidenza! C'è poi l'altro dato che voglio mettere in evidenza, se è vero, e mi pare ormai sia chiaro e scontato, che sia volontà di questa Amministrazione e dico c'è la volontà perché è evidente che avremmo dovuto aspettare i risultati dela società alla quale è stato dato l'incarico di esaminare quali sono le possibilità di decentramento degli uffici e poi trarre le conseguenze per poi modificare il regolamento organico, rispetto alla quale non è vero quanto ha detto ancora Bajocco nel suo intervento, non è vero che noi siamo contrari al cento per cento.

Il problema di fondo è, come dicevo, da un lato l'esigenza primaria del decentramento, ma soprattutto della qualità del servizio, del prodotto, del lavoro, dei carichi di lavoro che ci sono per far fronte a questi bisogni all'interno della Regione, qualità che deve essere definita, senza la quale si mettono numeri sulla carta senza risolvere i problemi.

Tutti sappiamo che in Amministrazione regionale ci sono delle esigenze immediate, ci sono degli uffici che non riescono a far fronte ai problemi e creano dei ritardi e quindi dei disagi nei confronti dell'utenza.

Sono uffici, servizi che sono anche abbastanza individuabili e definiti, direi; si deve fare nel contempo anche la verifica, invece, se in alcuni altri uffici c'è del personale sovradimensionato o non sufficientemente utilizzato. Questa è la verifica che dovrebbe essere fatta: un'indagine come è stata svolta negli altri istituti, in uffici del parastato su quali sono i carichi del lavoro, il prodotto giornaliero che viene espresso nell'ambito del servizio, del singolo ufficio; quindi è chiaro che rispetto all'aumento della pianta organica non è che non siamo d'accordo, siamo d'accordo a determinate condizioni.

Dichiariamo chiusa la discussione generale e diamo la parola, se lo si ritiene opportuno, al Presidente o al relatore. Bondaz DC Mi auguro di poter rispondere a tutte le osservazioni che sono state fatte, anche se a mio giudizio e senza alcuno polemica, ho trovato gli interventi dell'opposizione un po' diversificati: chi è contrario totalmente, chi solo parzialmente; quindi è chiaro che ci sono delle visioni diverse, giustamente, perché il pluralismo impone anche queste cose.

Mi riferisco al fatto che si richiederebbe, per l'applicabilità di questa legge, l'accordo con i sindacati e qui sono state indicate alcune disposizioni di legge che in realtà non hanno nulla a che vedere con il problema che stiamo discutendo, perché la legge regionale del 9 agoston. Innanzitutto mi riferisco ai segretari particolari che sono previsti con la qualifica vicedirigenziale. Non mi risulta che si sia parlato da parte nostra di ottavo livello e non so da cosa sia nata questa interpretazione.

D'altra parte l'emendamento che è stato presentato, e questo posso dirlo sinceramente, è stato concordato con i sindacati. Io non ho mai detto in quest'aula, anche se qui si sono volute travisare le mie parole, che ci sia stato un accordo con le organizzazioni sindacali, anzi ho detto che le parti avevano tenuto fede alle loro posizioni, ma che andando avanti nel discorso, nelle valutazioni dell'articolato si erano trovati alcuni punti di attrito, forse un po' più difficili da superare e alcuni punti di riferimento sul quale alcuni hanno concordato tutti i sindacati.

Alcuni emendamenti sono stati presentati dai sindacati, altri sono stati presentati dalla Giunta e su questi c'era in larga parte un assenso dei sindacati, salvo su un articolo sul quale la CISL aveva alcune obiezioni da fare e, probabilmente, ho anche detto che ci sarebbe stato da parte dei sindacati un'accettazione dell'articolo che riguardava le riserve a favore dei cassaintegrati sulla percentuale che si doveva dare; mi riferisco subito a questo: mi è stato chiesto come mai non si è accettato il 50 per cento.

Ho già detto queste cose ieri sera all'incontro con i sindacati. In alcune categorie, inserendo il 50 per cento, probabilmente, non avremmo più avuto la possibilità di trovare la sistemazione per coloro che oggi lavorano nella Amministrazione regionale. Io ritengo che il 20 per cento sia una percentuale soddisfacente per i cassaintegrati. Qualcuno ha detto, non ricordo chi, chiedo scusa, che si è stabilito che nella relazione erano fissati quattro punti abc e d che riguardavano il decentramento.

Ora io devo ricordare un altro fatto che forse non è a conoscenza del Consiglio, relativo al progetto di decentramento: per quanto riguarda i punti a e b che sono già definiti, questo progetto è stato visionato ed analizzato dalle organizzazioni sindacali che hanno avuto modo di poter ascoltare i tecnici di questa società, i quali avevano individuato le possibilità di decentramento. Devo aggiungere che la Giunta regionale, in una delle ultime riunioni, ha deliberato di dare l'incarico a questa società di determinare sia il punto c sia quello dper definire una volta per tutte il programma che poi verrà, ovviamente, esaminato dalla Giunta e, se lo riterremo opportuno, anche dalle organizzazioni sindacali e dal Consiglio regionale.

Non c'è nessun problema a questo riguardo, ma non si vengano a dire cose che non sono vere. Si è parlato qui, da parte di qualcuno, di un aumento senza razionalizzazione. Io devo, obbligatoriamente, ricordare alcune cose che, forse, sono già state dette: sulla revisione della pianta organica vi era già stata da parte della precedente Amministrazione uno studio che stabiliva l'aumento dei posti di lavoro a casi.

Mi si dice, quindi, termine leggermente inferiore a quanto citato, ma non posso accettare la critica di mancanza di razionalizzazione perché la distribuzione che viene fatta di questi posti è fatta secondo quanto determinato, come i signori consiglieri sanno, dall'ufficio del personale e questo fin dal settembre Quindi è inesatto parlare di mancanza di razionalità.

Mi si potrà obiettare, ovviamente, che su noi potevamo essere d'accordo, suviceversa, abbiamo delle difficoltà ad accettarli, allora io mi permetto di dire che dalla fine delquando si erano avviate le procedure, sono indubbiamente successi fatti nuovi, se vogliamo, di grossa importanza e non, ma che hanno portato l'Amministrazione ad individuare dei posti di lavoro che erano necessari per questi servizi; mi riferisco, sia pure in termini modesti, perché la legge sull'impatto ambientale prevedeva, credo, 18 posti se ricordo bene, ma non è che dico che questo sia un fatto determinante, semplicemente sono nate nuove necessità.

Abbiamo ritenuto di individuare nuovi servizi, mi riferisco ad alcuni che riguardano la Presidenza della Giunta: per esempio, era inesistente un ufficio legislativo o quanto meno era di piccola portata e chiaramente non all'altezza di quello che poteva servire ad una Giunta regionale.

Abbiamo individuato alcuni servizi che non sto qui a elencare, ma che comunque dovevano essere tenuti in considerazione. Tuttavia non ne faccio una polemica, perché non avrebbe nessun senso; bisogna trovare delle soluzioni utili all'Amministrazione regionale.

Si è parlato dell'articolo 1 con cui si tolgono le competenze al Consiglio regionale e cose di questo genere. Questo articolo 1, e qui dico che c'è stato nuovamente un accordo con le organizzazioni sindacali dopo l'emendamento che è stato presentato, non è fatto sicuramente nell'intento di togliere delle competenze al Consiglio regionale, perché esso implicherà solamente la regolamentazione degli uffici all'interno delle unità dirigenziali per dare all'Amministrazione regionale una maggiore elasticità, una maggiore possibilità di definire le cose, quindi non ha quell'intendimento che avete ritenuto o meglio ritenete.

Non è mai stato detto, né da me né da altri della Giunta che con questa pianta organica si sarebbe trovata la sistemazione e la collocazione definitiva per tutti coloro che oggi lavorano nell'Amministrazione. Si è detto che con questa pianta organica noi ritenevamo di avere la possibilità di sistemare la maggior parte di personale che lavora nell'Amministrazione regionale con contratti diversi e che ha il diritto di trovare una collocazione all'interno degli uffici.

Crediamo di aver fatto un buon lavoro al di là delle valutazioni personali di ognuno, inserendo con l'accordo dei sindacati una percentuale di riserva a favore dei cassaintegrati.

Penso che se questa legge fosse approvata, al di là delle difficoltà che potrebbero nascere in alcuni servizi dell'Ammini-strazione regionale, sicuramente non faremmo buon governo; quindi, dico con grande serietà che mi stupisce che si facciano delle osservazioni di questo tipo, dicendo che si è d'accordo sulla revisione dell'organico, ma contrari alla legge.

Si è poi detto che si è privilegiata la quantità rispetto alla qualità, ora io rimando questo cortese contraddittorio a quanto è scritto nella relazione in cui è previsto il contrario, è prevista cioè la necessità di dare all'Amministrazione un quantitativo di dirigenti e vicedirigenti altamente qualificati per poter meglio determinare l'ossatura dell'Amministrazione regionale, questo anche in funzione, e lo dico anche per coloro che possono essere dubbiosi, di quello che sarà il decentramento nei comuni, nelle comunità montane e comunque nel territorio regionale.

Io non credo che il decentramento porterà all'assunzione di nuovo personale perché sono convinto che proprio il personale attualmente in carica avrà tutto l'interesse a lavorare in zone diverse.

Coloro che vengono a lavorare qui dalla bassa Valle, ad esempio, apprezzeranno che gli sportelli siano decentrati per chiedere il trasferimento, perché ognuno cerca di trovare la soluzione più consona e noi riteniamo di andare incontro alle necessità dell'utente perché è assurdo che certi Valdostani debbano venire ad Aosta per pratiche senza importanza. Che non vengano nei nostri uffici per la lontananza? Ecco che si vuole fare della polemica, siamo in clima elettorale ed è giustificato e giustificabile.

Ma quando mi si dice che non si risolvono tutti i problemi circa il transito e qualcuno ha fatto al riferimento al personale dell'agricoltura e di altri assessorati. Io mi auguro che questi problemi vengano risolti, perché non credo si debba arrivare a nuove assunzioni se riusciamo a dare una diversa collocazione a queste persone che oggi lavorano in modo diverso, parlo per l'Assessorato dell'Agricoltura, per non parlare di altri e quindi non credo che ci sia poi la necessità di altre assunzioni.

E per ultimo vorrei fare riferimento alla lettera, inviata dai sindacati in data 25 febbraio al Direttore dell'Ufficio del lavo-ro e al Presidente della Commissione del Coordinamento, in cui presentano una loro interpretazione dell'articolo 7.

E' una inter-pretazione che io rispetto, ma che non condivido, anche perché questa legge è entrata in vigore e da allora, quando non c'ero io come Presidente della Giunta, non è mai stato usato il concetto interpretativo che è stato portato avanti oggi dai sindacati. Ma perché mettere agli atti una lettera in cui l'Ufficio del lavoro dà una interpretazione sostanzialmente opposta nel senso che sostiene che con l'articolo 7 possono essere assunte le persone iscritte nella lista di collocamento e non l'interpretazione data dai sindacati?

L'ho detto anche ai sindacati, ma essi lo contestano. Tuttavia è nella libertà di ognuno pensare come vuole. Io credo, viceversa, che l'interpretazione più idonea sia quella che ha sempre seguito l'Amministrazione regionale, tant'è che quando sono nate le prime avvisaglie di difficoltà a questo riguardo, la Giunta regionale ha adottato una deliberazione, per individuare i posti nei quali dovevano essere inserite queste persone, e, guarda caso, in quella deliberazione è inserito anche il Consiglio regionale che ha adottato giustamente lo stesso criterio perché ha fatto delle assunzioni sulla base dell'articolo 7.

Questa legge ha un significato non particolarmente politico, ma credo piuttosto amministrativo. Proprio per venire incontro alle necessità della Amministrazione regionale, senza preconcetti di nessun genere, le leggi si fanno; vedremo se questa verrà accettata. Le leggi si possono variare se le cose non andassero bene e quindi nulla nel mondo amministrativo è definitivo, ma l'Amministrazione deve mettere dei punti fermi per poter lavorare con una certa alacrità, sapendo che ha delle responsabilità anche nei confronti del personale.

Presidente Possiamo passare alla votazione degli articoli. Altrimenti si discute l'articolo 1 della legge.

Donner volume cheveux ryanair enregistrement

Si discute sul testo preparato dalla Commissione. All'articolo 1 vi è un emendamento proposto dal Presidente della Giunta che chiede di aggiungere un secondo comma 2 bis, che i consiglieri hanno avuto, che dice:. Emendamento "2 bis: le procedure del comma due sono adottate prevalentemente in accordo con le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative del personale regionale". Presidente Si passa alla votazione dell'articolo 1 emendato, del quale do lettura:.

L'istituzione, la modificazione, e la soppressione degli uffici o delle strutture comunque denominate dipendenti dalle unità dirigenziali è disposta con deliberazione della Giunta regionale sentita la Conferenza dei dirigenti e nel rispetto delle disposizioni di cui alla legge regionale 9 agoston. Le procedure di cui al comma due sono adottate previo accordo con le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative del personale regionale.

Presidente Si passa all'articolo 2. Vi è un emendamento sostitutivo del Presidente della Giunta che chiede di sostituire tutto l'articolo 2. Si fa, quindi, un'unica votazione. Stévenin UV Non so se il Presidente si riferiva al mio intervento, quando ha detto che mai la Giunta aveva proposto l'inquadramento del personale di segreteria particolare all'ottavo livello.

Ecco, questa era una proposta estremamente valida. Viérin UV Je voudrais avoir un éclaircissement par rapport à cet amendement "l'incarico di segretario particolare è incompatibile con qualsiasi altro rapporto di lavoro pubblico o privato retribuito, salvo quanto previsto dall'articolo 5 e dal presente articolo, nonchè in concomitanza agli incarichi di studio e consulenza"je voudrais savoir quels sont ces exceptions "salvo quanto previsto dall'articolo 5" et surtout "dal presente articolo".

Oggetti del Consiglio

Je n'ai pas constaté de limitations à l'article 2. Je ne comprends pas quelle est donc la limitation prévue. Je voudrais comprendre la portée des limitations prévues. Bondaz DC L'articolo è praticamente una modificazione dell'articolo 7 della legge che riguarda le discipline delle segreterie particolari. E' una chiarificazione migliorativa o peggiorativa dell'articolo 7 relativo alle segreterie particolari. Mais ce que nous ne comprenons pas ce sont, et j'espérais que le Président nous l'éclaircisse, les exceptions.

En effet: "salvo quanto previsto dall'articolo 5" qu'est ce-que il prévoit l'article 5 "e dal presente articolo". J'ai compris qu'il y a eu une modification du premier alinéa de l'article 7, mais l'amendement qui est ici proposé dit "salvo quanto previsto dall'articolo 5 e dal presente articolo".

Alors je voudrai connaître ces exceptions. Bondaz DC Comma due: al predetto personale che per assumere l'incarico di segretario particolare si dimetta da altre attività lavorative su L'articolo 5 è quello che prevede che il segretario particolare possa essere distaccato esclusivamente dagli uffici dipendenti dall'ordine individuale cui è destinato o essere chiamato al di fuori della Amministrazione.

Presidente Dopo il chiarimento del Presidente della Giunta ha chiesto di intervenire il Consigliere Stévenin. Stévenin UV Io ho una bozza dell'articolo 2, dell'accordo che è stato raggiunto con il sindacato, là si dice: "la retribuzione del segretario particolare deve essere onnicomprensiva e incompatibile con altri incarichi di consulenza conferiti dalla Amministrazione".

Questo è il testo dell'accordo che avete raggiunto, allora c'è qualcosa di strano. Questo è il comunicato che è cuanto cuesta una liposuccion de abdomen en guatemala distribuito dalle organizzazioni sindacali ed è il testo esatto.

E' o no incompatibile con altri incarichi conferiti dalla Amministrazione? Lei, Presidente, ci dice che con questo articolo, praticamente, conferma quanto detto nel comunicato dei sindacati.

Riccarand VA Questo articolo oltre che aumentare lo stipendio dei segretari particolari, prevede quasi come compensazione, l'incompatibilità con rapporti di lavoro pubblico-privati retribuiti, ad esempio incarichi della stessa Amministrazione regionale ai segretari particolari.

Ecco mi sembra strano che sia stata concordata una normativa di questo genere, che da una parte fa una affermazione e dall'altra la nega subito dopo. Se stabiliamo delle norme, evidentemente, queste devono valere per tutti, se uno vuole avere ancora degli incarichi cessi di fare il segretario particolare e se invece lo vuole fare rinunci agli altri incarichi; ma che noi manteniamo le due cose è veramente assurdo.

E' importante avere chiaro quello che succede. Chi ha l'incarico, quindi, continua ad averlo e avrà il trattamento da vicedirigente d'ora innanzi, proprio per non essere scortesi, ho capito? Presidente Vi sono altre richieste di intervento? Se non ci sono possiamo passare alla votazione sull'articolo 2. Votiamo l'emendamento sostitutivo dell'articolo 2 presentato dal Presidente della Giunta di cui do lettura.

Presidente Si passa alla trattazione dell'articolo 5. Stévenin UV Prendo la parola solo per ricordare che già gli articoli 3, 4 e 5, proprio per il tipo di materia che trattano, erano tre articoli che si potevano condurre al fatto che la Commissione paritetica già sta lavorando ed è già in fase avanzata di elaborazione dei profili professionali.

Presidente Se non ci sono altre richieste possiamo votare l'articolo 5. I consiglieri possono votare. Rollandin UV "Disposizioni sulla segreteria generale, la qualifica dirigenziale di segretario generale è soppressa". Les observations à ce sujet peuvent être différentes.

Je crois que c'est intéressant de voir le troisième alinéa de cet article: "Le funzioni e i compiti attribuiti dalla legge alla soppressa qualifica del segretario generale sono assegnati dal Presidente e dai dirigenti competenti per materia" ; parmi les tâches du secrétaire général il y avait, si je me rappelle bien, le devoir de coordonner une certaine activité, de prévoir une série d'interventions préliminaires par rapport à un série d'activité de l'Administration régionale.

Je voudrais savoir si dans ce cas il y a l'intention de maintenir cette fonction et à qui sera donnée. Bondaz DC A nostro giudizio la funzione del segretario generale che aveva una sua validità in una struttura di carattere provinciale e non sicuramente regionale era ormai ridotta al lumicino.

A questo punto non aveva significato mantenere questa qualifica dirigenziale. E' chiaro che il Presidente della Giunta, secondo quanto previsto dal comma 3, quando la legge sarà approvata, designerà un funzionario a mantenere queste funzioni di coordinamento.

Oggi, francamente, non lo posso dire, non lo so. Lo valuteremo quando la legge sarà approvata. E' inutile fare dei nomi adesso, quando la legge non è ancora stata approvata.

Presidente Se non ci sono altre richieste, apriamo la votazione dell'articolo 6. Esito della votazione:. Presidente Si passa alla trattazione dell'articolo 7. Ha chiesto di intervenire il Consigliere Rollandin. Rollandin UV Je crois que s'il y avait une répartition correcte entre les différentes tâches de l'Administration régionale au niveau des services de direction, cet article serait un peu plus compréhensible, car je crois que "centro direzionale per gli affari legislativi" nous donne l'idée de prévoir un système qui n'est pas de l'Administration régionale, qu'il a des attitudes directionnelles, qui pourtant correspondent plus à une attitude personnelle plutôt que à l'exigence de l'Administration régionale.

Cet article 7 sollicite une position de prestige de quelqu'un, mais il ne répond pas aux exigences de l'Administration régionale. Je crois que en outre il y a une série de points qui devraient rentrer dans les compétences, par exemple, du centre d'élaboration des données.

Nous attendons toujours de savoir quel est l'idée à ce propos et surtout quel est la considération de la loi d'instruction qui avait été faite à son temps de l'Ilva. Ils on dit " alla elaborzione e predisposizione di documentzione alla realizzazione e gestione della rete di collegamenti informatici, realizzazione di collegamento con banche dati anche non giuridiche di interesse regionale, di acquisizione di procedure e programmi per la normalizzazione dei testi normativi" et toute une série d'autres termes qui je crois devraient être liés aux aspects, au fonctionnement du centre d'élaboration des données et non pas à un soi-disant "centro direzionale" là où je crois la prosopopée n'a pas de limites.

Je crois que ce centre ne correspond pas aux exigences de bon fonctionnement de l'Administration. Possiamo votare l'articolo 7. Tutti hanno votato. Presidente Passiamo alla discussione sull'articolo 8; emendamento sostitutivo proposto dal Presidente della Giunta.

Rollandin UV Parmi les nouveautés qu'ont été rappelées pour justifier le changement de a d'aujourd'hui, on a présenté ce nouveau service qui sans doute est intéressant. Je voulais savoir, si compte tenu des tâches qui sont réservées à ce "Servizio rapporti istituzionali, relazioni esterne" et tout spécifiquement le point d"provvede al coordinamento delle attività".

Non c'è più il punto dsi c'est un amendement qui substitue tout l'article. Justement il y avait le point d précédent là où on disait "provvede al coordinamento delle attività connesse all'elaborazione dei programmi comunitari interessanti la Regione"là je voudrais rappeler que l'Administration régionale a donné une consulence à une société, pour le montant d'un milliard pour ces thèmes.

En outre elle a donné la consulence à un responsable de Turin pour suivre les démarches. Je voudrais savoir quelle est l'intention de la Junte par rapport à ce thème. Bondaz DC E' proprio perché vi era la mancanza di una struttura che potesse raccordare l'Amministrazione regionale con la comunità europea che la Giunta, a suo tempo, lo scorso anno, ha dato un incarico ad una società per tenere questi rapporti attraverso vari uffici dell'Amministrazione regionale.

Questo punto bsignificherà, in modo particolare, che l'ufficio dovrà mantenere i rapporti anche con questa società di consulenza, ovviamente. Rollandin UV Alors les doutes augmentent, mais avec ce système on maintient la charge à la société et en outre on augmente les compétences.

Moi je voudrais comprendre. Alors, vraiment, par cette loi on va uniquement augmenter la quantité et non la qualité du travail. C'est évident et les réponses qu'on vient d'entendre à propos du fait qu'on va maintenir les rapports avec cette société, et que, par conséquent, le responsable de ce service devra être à contact avec la société, au lieu de s'occuper comme on pourrait comprendre "nei limiti delle competenze regionali i rapporti con la comunità europea"alors il faudrait dire "attraverso le società di consulenza".

Passiamo alla votazione sull'articolo 8. Si tratta di votare l'emendamento sostitutivo di tutto l'articolo presentato dal Presidente della Giunta regionale, di cui do lettura. Presidente Si passa alla discussione sull'articolo 9, non ci sono emendamenti.

Esito votazione:. Presidente Si passa alla discussione del capo II Assessorato all'agricoltura, forestazione e risorse naturali, articolo Se non ci sono richieste di intervento possiamo votare. Possiamo dichiarare lo stesso esito della votazione precedente, se i consiglieri sono d'accordo, e si passa alla votazione dell'articolo C'è un emendamento sostitutivo del punto n.

Si tratta solo di correggere un errore formale: aggiungere tra "parchi naturali e riserve naturali integrali"le parole "riserve naturali" come tra l'altro era già nella legge istitutiva dell'Assessorato. E' una dimenticanza, all'atto di trascrivere l'articolo, quindi penso che Chiede la parola il Consigliere Andrione.

Andrione UV C'est probablement dû à mon âge, mais j'aimerais qu'on explique ce "monitoraggio ambientale" ; normalement quand on en parle "ambientale" semble Limonet DC E' in fase di attuazione la rete di monitoraggio ambientale e quindi si tratta di inserirla sul testo di legge. Sono i rilievi dell'aria, i rilievi atmosferici, metereologici, l'inquinamento. Presidente Se non ci sono richieste possiamo votare l'articolo 11 comprensivo dell'emendamento sostitutivo del punto 1, di cui do lettura.

Presidente Si passa alla votazione dell'articolo La parola al Consigliere Rollandin. Rollandin UV Puis-je demander des explications à propos du point "gestione dei pacchetti azionari della Regione"? Je croyais que cette gestion était loué à la Finaosta, compte tenu, que la participation est de la Finaosta même. Je voudrais savoir s'il y a une raison spécifique car ici on dit "gestione" non "controllo"mais "gestione".

La Finaosta qui reprend "la gestione pacchetti azionari della partecipazioni"justement, vu que la loi précédente devait maintenir cette procédure, compte tenu que la Finaosta n'existait pas. Aujourd'hui c'est la Finaosta qui doit faire la "gestione dei pacchetti azionari" et les participations dans les sociétés qui gèrent.

Il faut repartir qu'en même une gestion que l'Administration autorise et qui est partie de la Finaosta et d'autres qui, au contraire, sont faites directement par l'Administration régionale.

Tout de même existe une différence entre les deux; ici pourrait paraître que la "gestione dei pacchetti azionari della Regione" dans son ensemble soit gérer par la "direzione generale delle finanze" donne un peu l'idée du ministère des finances modifié.

Possiamo votare l'articolo Chiusa la votazione. Presidente Si passa alla discussione dell'articolo Possiamo votare. Presidente Passiamo alla trattazione sull'articolo Possiamo dichiarare lo stesso esito dell'articolo precedente. Rollandin UV Je voudrais poser une question qui est liée au point r de l'article 17 "Controllo opere d'arte ai sensi della circolare ministeriale datata 19 luglio ".

Quel est le sens de ce contrôle, compte tenu que dans le même sens il y a déjà une intervention de l'Assesseur compétent, qui n'est pas l'Assessorat aux jambon et minceur publics. Martin ADP La circolare ministeriale riferentesi alle opere d'arte prevede una quota del 2 per cento. La Giunta regionale ha fatto una delibera, istituendo una apposita commissione formata da dipendenti regionali, da funzionari esterni all'Amministrazione e da persone segnalate dalle categorie interessate da questa legge per applicare la normativa.

Quindi, d'ora in poi tutte le opere pubbliche ricadenti in questa legge dovranno prevedere una quota non inferiore al 2 per cento del costo dell'opera per la costruzione di opere d'arte; per fare questo c'è un ufficio che è adibito al loro controllo. Rollandin UV L'aspect troublant de cette délibération concerne le 2 pour cent: selon la circulaire il doit être réservé pour les oeuvres d'article Mais on sait que l'Administration régionale le pourcentage des oeuvres d'art louées dépasse toujours le 2 pour cent.

C'est un peu absurde qu'il y a l'exigence de la part de quelqu'un d'un "controllo opere d'arte" ; il pourrait paraître qu'on va fouer le contrôle sur les oeuvres en elles-mêmes, ici, au contraire, c'est le contrôle sur l'application de la circulaire.